CAMMINI...

Ognuno deve cercare a modo suo, ognuno deve fare il proprio cammino,

perché uno stesso posto può significare cose diverse a seconda di chi lo visita. 

(Tiziano Terzani)


 I nostri viaggi non hanno effetti speciali, sono però veri, autentici e spesso non sono su cataloghi di viaggio. Offrono sempre momenti  di incontro con le tradizioni e le persone del territorio. Sono per tutti coloro che si sentono viaggiatori attivi e sportivi, disposti ad adattarsi a diverse  situazioni che nei viaggi possono venirsi a creare.   Non amiamo traguardi e gesti estremi, tuttavia in alcuni viaggi un minimo di fatica per il raggiungimento di certe località va messa nel conto, e se lo facciamo è per potervi offrire momenti autentici, perchè sappiamo che quella piccola fatica vi lascerà qualcosa di bello e profondo nei vostri ricordi di viaggio. 

Non sarete mai totalmente soli, ma in compagnia con altre persone, tuttavia nel corso del viaggio, se vorrete avere "momenti vostri" vedremo di esaudire anche questo desiderio, ovviamente nell'ambito del possibile. Dopo 23 anni, siamo ancora qui.

Con noi una piccola parte di umanità si è incontrata nei gruppi dei nostri viaggi ed escursioni.

Tra questi incontri sono nati anche lunghi amori e figli ...anche questo fa parte della nostra storia... e lo diciamo con orgoglio e leggerezza, contenti di mostrare la nostra umanità e socialità. 

Non ci interessano i guru del cammino, per noi Camminare è un gesto liberatorio, quasi anarchico, per uscire dalle mille regole della vita quotidiana e non necessariamente include un “ fine” specifico, QUESTO SEMMAI LO TROVERETE VOI STRADA FACENDO.

La bellezza del cammino risiede nell’atto stesso del gesto, e nel modo in cui corpo e "anima" dialogano, in una dimensione del tutto diversa dal quotidiano a cui siamo abituati. Oltre a questi aspetti semplici uniamo sempre quello della conoscenza e della bellezza che riteniamo imprescindibili da un viaggio a piedi o un cammino. Camminare su antiche o nuove vie porta a scoprire i territori attraversando cultura, storia, enogastronomia... ritrovando uno stato di benessere interiore. Per camminare e guarire, bisogna prepararsi nel fisico, nella mente e nello spirito, come qualsiasi atleta compie prima della grande gara. L'invito è rivolto a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco. 

Usciamo da casa e...cominciamo a camminare!


Dal 7 al 11 ottobre 2020

Da Bologna a Firenze per la Via degli Dei

 

Sul crinale tra Setta e Savena, gli Etruschi percorsero per almeno 4 secoli (VII-IV sec. a.C.) un’antica strada che congiungeva Fiesole con Felsina (Bologna) per sviluppare i loro traffici e il loro dominio sulla Pianura Padana. Questo antico percorso dalla metà degli anni ’90 del novecento è stato  valorizzato, riqualificato per tutti i camminatori. La Via degli Dei è un cammino storico, che collega Bologna a Firenze, ma in realtà è una full immersion, fra la natura i paesi e la storia di questo tratto dell'Appennino Tosco-Emiliano, che sembra attraversare il corso del tempo e dei secoli, partendo dagli Etruschi sino ai giorni nostri….

  

1° giorno: Bologna stazione centrale –shuttle – Monzuno (m.623) - Madonna dei Fornelli (m.798) -

Arrivo in mattinata alla stazione di Bologna. Minibus sino a Monzuno per incontro con incaricato (Appennino Slow), per consegna cartina, guida e ritiro dei bagagli e partenza per Madonna dei Fornelli .

Itinerario: da Piazza XXIV Maggio di Monzuno si prosegue su strada asfaltata in direzione Madonna dei Fornelli, si supera il bivio per Loiano e al campo sportivo,da qui  si imbocca una larga carrareccia in salita e molto panoramica. Dopo circa 20 minuti si raggiunge la località “Campagne” si prosegue sul sentiero  CAI 019 – VD. Si attraversa verso sinistra entrando in un bel bosco di castagni, proseguendo sulla strada sterrata fino alle case di Le Croci. Bellissime le colline circostanti salendo lentamente fino al Monte del Galletto e da qui a Madonna dei Fornelli .  

Lunghezza:11 km - cammino 3/3,30 ore - disl. m.175

 

2° giorno: Madonna dei Fornelli – Passo della Futa – Monte di Fò

Tappa panoramica e altamente suggestiva, toccando immensi prati verdi e bellissimi boschi di castagni. Si segue la traccia  della Flaminia militare (187 a.c) , l'antica via romana che collegava Bologna ad Arezzo. Si camminerà sull'antico basolato, seguendo  le tracce degli antichi carri romani, ancora ben visibili nella pietra, fino a Pian di Balestra e al confine tra Emilia e Toscana.Si prosegue per la Piana degli Ossi (m.1010),  incontrando nuovamente tratti della Flaminia Militare, di cui uno ben conservato e protetto da una sorta di recinto di legno,sino al Passo della Futa con visita breve al cimitero germanico (30.000 tombe). Dopo la visita si torna al vicino Passo della Futa in direzione  “Santa Lucia – Monte di Fo’” giungendo a destinazione dopo 3 kilometri.

Lunghezza: 17 km - cammino 4,30 ore - disl. m.620

 

3° giorno: Monte di Fo' - S.Piero a Sieve 

Dopo colazione si imbocca la strada che sale fino all’”Apparita” e da qui per sentiero GEA e  CAI n°00 sino al Monte Gazzaro m.1125) massima elevazione della giornata. Giunti alla sommità, comincia la grande discesa tra ampi panorami verso la terra Toscana sino al Passo dell’Osteria Bruciata. Qui un tempo sorgeva una locanda, rinomata per i suoi piatti di carne "umana" cucinati dal proprietario dopo aver derubato ed ucciso i suoi ospiti. Un luogo ricco di leggende (fantasmi compresi). Si prosegue per sentiero CAI n°46, sino ad arrivare ad una vecchia casa semidiroccata il “Riarsiccio”, e da qui sino al bivio per il piccolo borgo di Sant’Agata (Pieve di Sant'Agata del Mugello), in alternativa si prosegue per San Piero a Sieve, passando per la bella e tranquilla località Il Gabbiano e a S. Piero a Sieve.

Lunghezza: 23 km (quasi tutta discesa) - cammino 6/6,30 ore - disl. m. 370 - discesa: m.930

 

4° giorno: S.Piero a Sieve - Vetta delle Croci (Olmo)

Da San Piero a Sieve, si sale alla bella Fortezza Medicea costruita da Cosimo I° dei Medici , la fortificazione occupa un intero colle: domina l'abitato di San Piero a Sieve e gran parte del Mugello. La sua costruzione fu fortemente voluta da Cosimo I de' Medici per porre un baluardo a difesa dei possedimenti della famiglia e dello Stato Fiorentino oltre che per soddisfare le pressanti richieste delle popolazioni locali, stanche dei continui saccheggi perpetuate ai loro danni da eserciti e bande provenienti dal nord. La Fortezza è considerata una delle più estese fortificazioni italiane di tutti i tempi. Da qui, si prosegue su indicazioni Via degli Dei, sino ad incontrare un tabernacolo del 1664 posto tra distese di alberi di ulivo e colline, sino al paese di Trebbio e al suo castello. La strada continua,snodandosi nel bellissimo panorama del Mugello tra borghi e santelle sino alle case di Tagliaferro e più in là Camporomano giungendo infine alla Badia del Buonsollazzo. Una ultima fatica,salendo lentamente al panoramico Monte Senario e luogo religioso per eccellenza, dalla cui sommità si intuisce in lontananza Firenze. Si prosegue sulla strada, fino a che il sentiero riprende a Vetta le Croci e da qui alla bella localià di Olmo in una distesa di campi con panorami mozzafiato sulle colline fiorentine....Firenze è sempre più vicina.

Lunghezza: 18 km  - cammino 5/5,30 ore - disl. m.610 - discesa m.297

 

5° giorno: Vetta delle Croci (Olmo) - Fiesole (Firenze) o Firenze

Da Olmo si prosegue per il panoramico crinale tra pini e oliveti sino ad innestarsi nel percorso del Rinascimento, che circonda le colline e le campagne di Firenze sino alla bella Fiesole. Qui sceglieremo due opzioni:

•       Sosta a Fiesole con breve visita al centro storico e al Teatro romano - Indi : Autobus Stazione di Firenze e da qui a Piazza della Signoria per la foto di arrivo, si torna quindi in stazione per  treno sino a Bologna e da qui a Mantova (verifica orari treni) .

•       Discesa a Firenze per la Via Fiorentina ( 1 ora a piedi – 5 km) tra i muretti a secco e le ville rinascimentali della città, sbucando poi in Piazza della Signoria da Ponte Vecchio e da qui alla Stazione Santa Maria Novella.

Lunghezza: km 11 sino a Fiesole ( 3,30 ore) – Km 16 (4,30 ore) sino a Firenze 

 ATTENZIONE:  Il programma di questa giornata dipende dall’ orario del treno di rientro  e dai tempi del gruppo, chi perde il treno è pregato di autogestirsi per il ritorno.

 

Difficoltà generali  : itinerario mediamente impegnativo - (E) escursionistico  si raccomanda discreto allenamento prima del Cammino.

 

Note di ricordi ( scritto da uno dei primi componenti e organizzatori della Via degli Dei) :

…quando il cammino parte da Monzuno è d’obbligo una fermata dal macellaio/salumiere Zivieri, perché l’Italia è anche questa, con i suoi sapori.

Si prosegue poi verso Madonna dei Fornelli, località turistica per i nostri nonni, che vive di una seconda giovinezza grazie alla Via degli Dei, dove si incontrano molteplici tratti della strada romana Flaminia Militare.

Passeremo anche nei pressi del più grande cimitero tedesco in Italia (con 30.000 salme) sino al Passo della Futa tra immensi prati verdi e magnifici boschi, diversi uno dall’altro (i tanti castagni secolari lungo il percorso testimoniano di come un tempo questi alberi fossero importanti per le popolazioni montane poiché davano nutrimento (castagne e farina di castagne)  e calore (legno e artigianato).

Dopo la Futa è ormai terra Toscana, ricordo la Pieve del 1175 di Sant’Agata, con i suoi musei di arte sacra e di arte contadina, come se le due attrazioni andassero in parallelo, la lunga strada che porta poi a San Piero a Sieve e a diversi luoghi suggestivi e nascosti (il convento Bosco ai Frati, uno dei più antichi della Toscana; il Castello del Trebbio, amato da Lorenzo il Magnifico ed abitato persino da Amerigo Vespucci; il convento di Monte Senario e la magnifica discesa a Firenze. Da qui si scende a Fiesole e poi in Piazza della Signoria. Alla fine sembra di aver attraversato l’Italia…e invece è solo un pezzettino del nostro bellissimo paese….. 

GUIDA: PAOLO- p.trentini@yahoo.it - mob.339/6656136

 

Quote di partecipazione:  Min. 12 persone €. 430,00 a persona - Min. 16 persone €. 370,00 a persona.

 

La quota comprende:

- pernottamento con colazione in camera doppia o tripla;

- Bus - navetta dalla stazione di Bologna a Monzuno;

- trasporto bagagli di tappa in tappa;

- guida “La Via degli Dei” con la descrizione dell’itinerario;

- cartina del percorso in scala 1:25.000;

- assicurazione di responsabilità civile;

 

La quota NON comprende :

Camera singola (€.65,00) -Trasporti ferroviari MN – Bologna  e Firenze Mantova;

- Pranzi al sacco (bevande nei market dei paesi o da richiedere in albergo);

- Cene (le cene sono in tradizionali trattorie/osterie convenzionate con menù a partire da €.18,00 a €.22,00 a persona - bevande incluse )

– tassa di soggiorno dove richiesta (solo parte toscana)

– tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”.

 

Documenti: Ricordiamo che è obbligatoria la tessera associativa ARCI/Scarponauti prima delle date del viaggio in programma, al costo di €.13,00 annue, inclusa assicurazione per attività in ambiente.

 

Iscrizioni presso : On The Road Travel – Via G.Chiassi n. 20/E – tel. 0376/337149 (Antonella)

con versamento  acconto entro il 13 agosto 2020 di € 160,00

oppure presso:

UBI - Banca filiale di Mantova

c/c intestato a On the Road Travel di Luce srl -  IBAN: IT 73 U 03111 11503  000000012181 

Causale versamento: Via degli Dei.

Saldo quota entro il 15 Settembre 2020 ( in caso di dimenticanza, verrete sollecitati mezzo sms)

 

L'associazione Gli Scarponauti informa che il viaggio acquistato con il presente pacchetto comporta lo svolgimento di intensa attività fisica adatta a persone di sana e robusta costituzione ed in buone condizioni di salute. Il cliente, con l’acquisto e la stipula del contratto, attesta, per sé e per le altre persone che per suo tramite si sono iscritte al viaggio, il possesso di tali requisiti. 


CAMMINARE,LEGGERE,SAPERE....


 

In ITALIA si cammina sempre più spesso e gli Italiani scelgono sempre più le belle Vie Storiche Italiane.

 Il merito va a tutte quelle associazioni, comuni , enti del territorio ,guide e volontari che negli ultimi 16 anni hanno creduto fortemente nel cammino e che su questo hanno investito idee e risorse . Prima tra tutte la bellissima Via Francigena !

Oggi visitare l'Italia o parte di essa a piedi si può....

Le Via di Cammino sono in aumento ed i camminatori pure e questo è un bellissimo e positivo segno.

Gli Scarponauti, 13 anni fa, furono tra le prime associazioni mantovane a valorizzare le Vie di Cammino sul territorio, e furono l'unica associazione che collaborò alla creazione della VIA Carolingia tratto mantovano di futura rivalorizzazione . Oggi il territorio mantovano è attraversato da ben 4 vie - La Via Carolingia , Il Cammino Verde , La Via Matildica del Volto Santo e la Via Postummia . Ben contenti della scelta fatta, oggi proseguiamo  sulla strada intrapresa . Ogni anno faremo un cammino ,ogni anno scopriremo parti  di questa nostra bella Italia a piedi , seguiteci e restate con noi..... camminare fa stare bene e insieme si può fare! 


ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI: Dai risultati del questionario effettuato dalla casa editrice di Terre di Mezzo emerge un ritratto del camminatore tipo in Italia. È una minoranza (il 25%) quella che si mette in cammino per motivi religiosi, gli altri annoverano tra le motivazioni “per fare trekking” (52%), “per stare nella natura” (50%) o “per scoprire il territorio” (46%).

Tre su quattro hanno già fatto altri itinerari e camminano soprattutto gli over 40: il 28,9% ha tra 51 e 60 anni, il 24,1% tra 61 e 70 anni, il 19,7% tra 41 e 50 anni. Le donne sono il 43%. Solo il 12% ha la licenza media, mentre diplomati e laureati si equivalgono (44%). Pochi quelli che affrontano il pellegrinaggio in bici, l’11%. La maggior parte intraprende un cammino per motivi religiosi, gli altri annoverano tra le motivazioni “per fare trekking”(52%), “per stare nella natura” (50%) o “per scoprire il territorio” (46%). Moltissimi si cimentano nell’impresa nel periodo primaverile o estivo: i picchi si registrano a maggio (19% di chi ha risposto) e in agosto (21%). Il 51% fa tutto il cammino in una sola volta. Ma se si entra nel dettaglio dei singoli itinerari si trovano molte differenze. Sulla via Francigena solo il 16% parte e arriva in una sola stagione, gli altri preferiscono spezzettare il cammino su anni diversi. Sono percorsi interamente invece i cammini più brevi, come la Via degli Dei (90%), la Magna via Francigena in Sicilia (82%), Italia coast to coast (64%) e Cammino di San Benedetto (51%). I cammini francescani sono affrontati tutto d’un fiato dal 43%....altre info https://www.percorsiditerre.it/ora-i-camminatori-italiani-preferiscono-gli-itinerari-in-italia/



 

 

 

 

 

Gli SCARPONAUTI 

Circolo ARCI di Turismo Attivo affiliata ad ARCI e AIGAE - Piazza Tom Benetollo n..1/ a Mantova  - Mob. 349.8614896 

 P. IVA - 01870050208 -     C.F. - 93030660208 - info@scarponauti.it 


 ARCI MANTOVA

Piazza Tom Benetollo, 1 Mantova - http://www.arcimantova.com

 Arci Mantova, fondata nel 1964, è un'associazione di secondo livello cui aderiscono 53 circoli e 18.000 soci che, attraverso i circoli affiliati, costituisce una rete di luoghi, esperienze e competenze promosse dai soci ed operatori al fine di sostenere e accompagnare i cittadini e le comunità nell’esprimere bisogni, individuare risposte, interpretare e trasformare in attività interessi sociali e culturali.


ASSOCIAZIONE ITALIANA GUIDE AMBIENTALI ESCURSIONISTICHE

www.aigae.org

Ad AIGAE fanno riferimento tanto le Guide Escursionistiche Ambientali che si occupano di Ecoturismo, che gli operatori di Educazione Ambientale che operano come liberi professionisti o nelle maggiori aziende italiane impegnate nella promozione del turismo sostenibile e della didattica ambientale.


I NOSTRI VIAGGI CON :

 

 

 

 L’Organizzazione tecnica per i nostri viaggi è supportata da  On The Road Travel Mantova  

Rea (4) 250648- prot. 2013/40251

Via Chiassi n.20/E - tel. 0376.337149  info@ontheraodtravel.it 


NOLEGGI E TRASPORTO BICI CON....

 

 

 

MANTOVABIKEXPERIENCE 

Noleggio bici per ciclotour.   Ampia possibilità di scelta nella tipologia di bicicletta e negli accessori, anche per bimbi e per amici a quattro zampe. Servizio di pick - up completo se il tragitto di andata  e ritorno nella località prescelta è troppo impegnativo.  VIA BACCHELLI N.6 - Marengo - MARMIROLO - a metà strada tra  Mantova e Peschiera sulla omonima ciclovia -  338.1208689 -  mail . info@mantovabikexperience.com 


CICLOFFICINA ERRANTE RIPARAZIONE BICI A DOMICILIO  

Mantova e dintorni -Bici da corsa, Mtb, Citybike. Restauro e personalizzazione bici, saldatura a tig, verniciatura telai e ogni cosa abbia due ruote.  Sede:  in  Via Ariosto n. 22 - Mantova ( quartiere Valletta Valsecchi) 

CONTATTI:  tel. 0376/325594 -  mob.333/223 4881  - mail : fauster.ff@gmail.com

LE ESPLORAZIONI NELLA BASSA CON....

CAMPAPO

Società Cooperativa Agricola CampaPo

Servizi per la promozione e l’accoglienza turistica dell’Oltrepò Mantovano . Piazza Gramsci, 6 - Pieve di Coriano - Comune di Borgo Mantovano (Mn) - tel. 327.2266738 - info@campapo.it - www.campapo.it 


  

DDATTICA

Laboratori di educazione ambientale e tematiche sui temi dell'eco-sostenibilità. Guide in ambiente anche per bambini. 

Le attività di Ddattica sono anche disponibili presso l’Atelier di educazione ambientale esperienziale Montessori che si trova a Piazza Italia 15/b - Quingentole (Mn) -

tel. 328 2843037 - info@ddattica.it - www.ddattica.it


OSTELLO DEI CONCARI -  l'OSTELLO DEI CICLOTURISTI

A Governolo, pochi chilometri da Mantova sulla confluenza tra il Mincio ed il Po,

un'accogliente Ostello con una simpatica Osteria in luogo tra i più suggestivi della zona....provare per credere !

info@ostellodeiconcari.com


LE  GUIDE PER MANTOVA ...

 ASSOCIAZIONE CULTURALE GUIDE TURISTICHE VIRGILIO 

 Tel. 0376225989 

 www.virgilioguide.it - 

E-mail: virgilioguide@gmail.com

Guide turistiche per gruppi, scuole o singoli, in lingua italiana o straniera. 

Visite guidate ai musei della città di Mantova o limitrofe, anche personalizzate.